FOOD 2016: Corso di cucina e una cena speciale con Kamal Mouzawak, il famoso chef e food activist libanese

CINEMA 2016: La regista turca Yesim Ustaoglu, protagonista di un omaggio al suo cinema impegnato
17 Marzo 2016
TALKS 2016: Il PUNTO DELLE 19.30 e gli altri incontri
20 Marzo 2016

Kamal and TabboulehKamal Mouzawak è considerato uno dei personaggi più influenti della scena culinaria del mondo arabo, e sarà uno degli ospiti speciali di questa edizione del festival. Food activist, chef e ristoratore, è il fondatore di Souk el Tayeb, il primo mercato biologico che coinvolge i piccoli produttori del Libano, e di Tawlet, ristorante cooperativa nel quartiere Mar Mikhael a Beirut (all’8^ posto nella classifica dei Migliori 50 Ristoranti del mondo secondo la rivista Monocle), che ogni settimana ospita una cuoca da una diversa regione del paese, per cucinare i piatti locali di autentica cucina libanese.


_ Giovedì 7 aprile, la cena speciale “Firenze incontra Beirut” al Teatro del Sale
Kamal Mouzawak, assieme a una delle sue cuoche fidate Nada Saber, sarà protagonista al Teatro del Sale della cena dal titolo “Firenze incontra Beirut” (giovedì 7 aprile, ore 19.30), durante la quale proporrà un menù Libanese in dialogo con le materie prime toscane e con la cucina di Fabio Picchi, chef del Teatro del Sale.
Per informazioni e prenotazioni:
www.edizioniteatrodelsalecibreofirenze.it
info@teatrodelsale.com
Tel. 0552001492


_ Sabato 9 aprile, il corso di cucina “I segreti del perfetto Tabbouleh e della cucina casalinga libanese” 
alla scuola di Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu

Niente può rappresentare il Libano meglio del Tabbouleh! Un mix di ingredienti diversi, tutti tritati finemente e mescolati assieme: esattamente come il patchwork di culture, religioni e razze quale è il Libano. All’apparenza è una semplice insalata di prezzemolo – un sacco di prezzemolo! – con menta, cipolle, pomodori, bulgur, un pizzico di sale e pepe, tanto succo di limone e olio d’oliva. Ma quali sono i trucchi e i segreti per la preparazione di un perfetto Tabbouleh? Per esempio: come si trita il prezzemolo? E come devono essere la menta e i pomodori? In che ordine si mescolano gli ingredienti? Come viene servito e a quali piatti può essere accompagnato? Esistono varianti diverse di Tabbouleh? E qual è la sua storia, la sua tradizione, il suo significato nella società libanese contemporanea?

A cucinare e a raccontare tutto questo – sabato 9 aprile, alla scuola di Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu – assieme ai segreti e le ricette di altri piatti forti della cucina libanese come lo shawarma, moutabal, il meghli (dessert) e altro ancora – sarà lo chef e food activist Kamal Mouzawak, uno degli ospiti speciali di Middle East Now 2016.

Il corso si concluderà con la degustazione delle pietanze preparate. E’ prevista traduzione in Italiano.

_ Sabato 9 aprile, dalle 11.00 alle 14.00
presso la Scuola di Arte Culinaria Cordon BleuVia Giusti 7 – Firenze.

_ Quota di partecipazione a persona: 40 Euro
La quota comprende la degustazione finale e l’ingresso alle proiezioni del film in programma sabato 9 aprile al Cinema Odeon (vedi programma ufficiale del Festival).

_ Per informazioni e iscrizioni (entro martedì 5 aprile): info@middleastnow.it
Telefono: 348.3821858 oppure 333.7840736
Il corso è riservato a un numero limitato di partecipanti.

L’evento è realizzato
in collaborazione con la Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu, con il coordinamento generale di Silvia Chiarantini, appassionata di cultura mediorientale e autrice del libro “Pop Palestine. Viaggio nella cucina popolare palestinese” (Ed. Stampa Alternativa, 2016).

4_property-50ae4f472d4dfKamal Mouzawak
Fondatore di Souk el Tayeb, il primo mercato biologico in Libano che coinvolge i piccoli produttori, Kamal è figlio di agricoltori e produttori agricoli, è cresciuto tra giardini e cucine, gustandosi la vita, il cibo e la frutta più genuina. Dopo una specializzazione in graphic design, Kamal è diventato scrittore di cibo e viaggi, insegnante di cucina macrobiotica, e chef in Tv di programmi di cucina sana e bio. Il suo obiettivo è sempre stato quello di contribuire al cambiamento sociale. Si definisce food activist, ed è considerato uno dei personaggi più influenti della cultura culinaria e della società del mondo arabo. È anche il fondatore di Tawlet, ristorante cooperativa nel quartiere Mar Mikhael di Beirut, diventato rapidamente uno dei punti di riferimento della scena culinaria più innovativa della città. E’ uscito da pochi mesi il suo ultimo libro di cucina “LEBANESE HOME COOKING. Simple, Delicious, Mostly Vegetarian Recipes from the Founder of Beirut’s Souk El Tayeb Market” (Ed. Quarry Books).

Nada Saber and her husband

Nada Saber
E’ una delle cuoche fidate di Tawlet, il ristorante cooperativa fondato da Kamal Mouzawak a Beirut. Nada è nata a Chtaura, cittadina della fertile valle della Beqaa, a metà strada tra Beirut e Damasco, luogo d’elezione per le produzioni agricole e il cibo di qualità.

Nella foto: Nada Saber con suo marito.

 

 

Comments are closed.