9 OTTOBRE 2020

Venerdì 9 ottobre
Cinema La Compagnia – Via Cavour, 50r

Ore 15.30


COMMAND di Farshid Abdi

(Kurdistan – Iran, 2019, 5′) v.o. curdo – sottotitoli: italiano
Durante un’operazione militare, un soldato è disorientato se obbedire al suo dovere o ascoltare il suono del suo cuore.
One soldier is bewildered to obey his duty or listen to his heart’s sound in one operation.
Anteprima italiana (introduzione video del regista)

a seguire:


ZHIRLEH di Bahar Rouhani
(Kurdistan – Iran, 2019, 63’) v.o.: persiano – sottotitoli: inglese, italiano

Nel villaggio di Zhivar, nel Kurdistan iraniano, c’è una donna forte conosciuta dai locali come “MadarKhe-Nan”. Sta cercando di risolvere da sola i problemi del suo villaggio. Per risolverli, ha in programma di istituire un consiglio nella regione, questo consiglio si chiama “Zhirleh”. Ma il giorno in cui si forma il consiglio accade un incidente che cambia ogni cosa.
In the village of Zhivar in Kurdistan of Iran, there is a strong woman known by local as “MadarKhe-Nan”. She is trying to solve problems of her village alone. In order to solve these, she plans to establish a council in the region, this council is called “Zhirleh”. But an incident happens on the day the council is formed that changes everything.
Anteprima italiana (introduzione video della regista)


Ore 17.30


COUNTRYMAN di Hassanein Khazaal

(Iraq, Francia, 2019, 5’) v.o. arabo  – sottotitoli: inglese, italiano
Quando non vivi nel tuo paese, ma il tuo paese vive in te. Nel 2019 in Iraq ci sono stati oltre 330 morti, con circa 15.000 feriti. I giovani iracheni chiedono accesso all’occupazione, all’eqaulità sociale e voglioni la fine di un regime politico totalmente corrotto. La maggior parte delle vittime sono state uccise da munizioni, altre hanno subito ferite mortali a causa di bombole di gas lacrimogeni sparate a distanza ravvicinata contro i manifestanti. E sono anche stati usati cannoni ad acqua, che sparavano acqua bollente.
Countryman, when you don’t live in your country, but your country lives in you. In 2019 in Iraq, there were over 330 dead, with around 15,000 injured. Young Iraqis demand access to employment, social eqaulity and the end of the totally corrupt political regime. Most of those killed were shot dead with live ammunition, others suffered fatal injuries from tear gas canisters fired at close range at demonstrators. In addition, water cannons were used, spraying boiling water.
Anteprima internazionale, alla presenza del regista

a seguire:


TINY SOULS di Dina Naser
(Giodania, Qatar, Francia, Libano, 2019, 86’) v.o. arabo – sottotitoli: inglese, italiano
Marwa ha nove anni, e vive in un campo profughi da quando è fuggita dalla Siria con la sua famiglia. Come ogni bambino, le sue preoccupazioni ruotano intorno alla scuola e i suoi interessi a giochi e al tempo libero. Dopo quattro mesi di vita nel campo, Marwa si aspetta di rimanere per un’altra settimana, forse due. Nel corso dei quattro anni successivi, il regista segue la vita quotidiana di Marwa nel campo, dove da bambina sboccia in una giovane donna, con fascino, spirito positivismo e determinazione.
Marwa is nine and lives in a refugee camp since she fled Syria with her family. Like any child, her concerns revolve around school, and her interests around playtime. Four months into camp life, Marwa expects that they’d likely stay there for another week, maybe two. Over the ensuing four years, the director follows Marwa’s day to day life in the camp, where she blossoms from a child to a young woman, with charm, positivism and determination.
Anteprima italiana, introduzione e Q&A in collegamento con la regista

 

||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||
IL PUNTO DELLE 19:30

Cinema La Compagnia – ingresso gratuito

Mediterraneo prosciugato
Presentazione del libro con Luca Ferrara
Luca Ferrara e Sergio Nazzaro sono gli autori di Mediterraneo, un testo visionario che trasfigura i viaggi della speranza del Mediterraneo fino a renderli pura distopia. Giuseppe Alizzi dialoga con Luca Ferrara, uno dei due autori di questo silent book, per parlare di ciò che non si vuole più vedere né ricordare.
||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

Eating Middle East
Ore 20.00 – Cinema La Compagnia

RICETTE D’AUTUNNO IN MIDDLE EAST
La cucina mediorientale nella stagione che saluta le ultime melanzane e dà il benvenuto a cavoli, zucche, melagrane e tanto altro ancora.
A cura di Silvia Chiarantini / Pop Palestine e La Valle dei Cedri, in collaborazione con Twist Bistrot
Degustazione + proiezione del film a seguire: 15 euro
– posti limitati, prenotazione obbligatoria con prevendita direttamente alla cassa del Cinema La Compagnia –
(evento in ottemperanza delle disposizioni sanitarie anti-covid)
Per info: info@middleastnow.it


Ore 21.00



LIFE’S GONE WITH THE WIND di Siavash Saedpanah, Omid Gharibi

(Iran, 2019, 6’) v.o. curdo – sottotitoli: italiano
Un’anziana donna ricorda la sua infanzia e i suoi sogni incompiuti, quando vede un aquilone entrare in casa sua. One old woman remembers her childhood and her unfinished dreams when she saw a kite in her house.Anteprima mondiale (introduzione video della regista)

a seguire:


THE WASTELAND (DASHTE KHAMOUSH) di Ahmad Bahrami () Focus Iran
(Iran, 2020, 103′) v.o.: persiano, turco, curdo – sottotitoli: inglese, italiano
Un mattonificio in una località remota produce mattoni ancora in modo tradizionale. Famiglie di etnie diverse lavorano nella fabbrica e il capo sembra essere in grado di risolvere i loro problemi. Lotfollah, un quarantenne nato proprio nella fabbrica, è il sorvegliante, ma funge anche da tramite tra operai e padrone. Questi ha chiesto a Lotfollah di riunire gli operai davanti al suo ufficio perché vuole annunciare loro che la fabbrica chiuderà. A Lotfollah adesso importa solo proteggere Sarvar, la donna di cui è da tempo innamorato. “The Wasteland” ha vinto il Premio Orizzonti come miglior film all’ultimo festival di Venezia.
Lotfollah is a brick factory supervisor, acting as go-between for the workers and the boss. The boss wants to talk to the them about the shutdown of the factory. All matters now to Lotfollah is to keep Sarvar, the woman he loves, unharmed. “The Wasteland” is the winner of the Orizzonti Award as best film at the last Venice Film Festival.
Alla presenza del regista

 

MARTEDÌ 6 OTTOBRE

MERCOLEDÌ 7 OTTOBRE

GIOVEDÌ 8 OTTOBRE

VENERDÌ 9 OTTOBRE

SABATO 10 OTTOBRE

DOMENICA 11 OTTOBRE

 

Acquista i tuoi biglietti in prevendita online:
https://cinemalacompagnia.ticka.it

 

ITA