6 APRILE 2019

Sabato 6 APRILE
Cinema La Compagnia – Via Cavour, 50r

||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||
Ore 11.00

MASTER CLASS di Asghar Farhadi
Lo special guest di questa edizione, il grande regista iraniano Asghar Farhadi, uno degli autori più apprezzati del panorama mondiale terrà una Master Class aperta al pubblico sul suo modo di fare cinema, assieme a uno dei suoi attori di riferimento Babak Karimi. In conversazione con Marco Luceri, giornalista e critico cinematografico (Sncc) e con Luigi Nepi, professore di Storia del Cinema dell’Università di Firenze.
Biglietto 5 Euro in prevendita:

www.cinemalacompagnia.it
Ingresso gratuito per accreditati al festival, abbonamenti e studenti
Per informazioni e prenotazioni:
office.middleastnow@gmail.com
|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

 

Ore 15:00

Freedom Fields di Naziha Arebi

(Libya, United Kingdom, Netherlands, United States, Lebanon, Qatar, Canada, 2018, 99’)
Nella Libia post-rivoluzione, un gruppo di donne è accomunato da un unico sogno: giocare a calcio per la loro nazionale. Quando il paese piomba nella guerra civile e le speranze della “primavera araba” cominciano a svanire, il loro sogno è messo in discussione. Attraverso gli occhi di queste attiviste accidentali, la regista Naziha Arebi ci mostra la realtà intima di un paese in transizione, dove le storie personali di amore, lotta e di aspirazione si scontrano con la storia.
Anteprima italiana
 

Ore 16:30
FOCUS EMERGING FILMMAKERS
Curato da Sigal Yehuda


A Thousand Girls Like Me di Sarah Mosawi-Mani
(Francia, Afghanistan, 2018, 76’) v.o: farsi, sottotitoli: inglese, italiano
Quando Khatera, una donna afgana di 23 anni, si oppone alla volontà della sua famiglia e alle tradizioni del suo paese per cercare giustizia per gli anni di abusi sessuali subiti dal padre, mette in luce i difetti del sistema giudiziario afghano e la situazione delle donne che raramente protegge. Documentario sulla battaglia ostinata di una donna nel far sentire la sua voce, che dimostra il potere dell’azione sulla paura, realizzato da una giovane regista afgana.
Anteprima italiana alla presenza della regista, introduce Sigal Yehuda, curatrice del focus

Ore 18:00
Radiography of a Family
di Firouzeh Khosrovani – Documentario work in progress

(Iran, Norwey, 15’, 2019) v.o: persiano, sottotitoli: italiano, inglese
La storia pre- e post-rivoluzionaria della figlia di un padre laico e di una madre religiosa. La regista Firouzeh Khosrovani è il prodotto della lotta senza fine tra tradizionalismo e modernizzazione in Iran. Fin da bambina vede la trasformazione di sua madre in una musulmana impegnata, cittadina modello della Repubblica Islamica.
Anteprima italiana alla presenza della regista, introduce Sigal Yehuda

 

Ore 18:30

Heads and Tails di Aylin Kuryel and Firat Yucel

(Turchia, 2019, 58’ ) v.o: turco, sottotitoli: inglese, italiano
Heads and Tails racconta il sorprendente commercio dei capelli tra Turchia e Israele. Due donne turco-israeliane, Coya e Sima, reperiscono le code di capelli da uomini che commerciano in capelli in Turchia e li vendono a produttori di parrucche a Tel Aviv, Ramat Gan e Bnei Brak. Le donne ebree ortodosse coprono le loro teste con le parrucche fatte con i capelli che una volta appartenevano a donne in Anatolia. In questo viaggio, il capello diventa una merce, uno strumento di sopravvivenza e una fonte di bellezza, diventa kosher, mentre chi fa crescere con cura i capelli tende a diventare invisibile.
Anteprima mondiale alla presenza dei registi, introuce Sigal Yehuda

|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||
IL PUNTO DELLE 19:30 – Cinema La Compagnia – ingresso gratuito

Le ragazze di via Rivoluzione – Dal Pakistan all’Egitto, un’avventura nella libertà delle donne
Presentazione del libro di Viviana Mazza, giornalista de il Corriere della Sera, in conversazione con Luciana Borsatti.
Dopo il best-seller “La Storia di Malala” (Mondadori, 2014), Viviana Mazza torna, anzi continua, a dar voce alle storie tormentate delle donne nel mondo islamico con il libro “Le Ragazze di via Rivoluzione” (Solferino Libri, 2019). Il racconto questa volta assume i toni di un grande reportage che ci porta nel cuore degli eventi, a tu per tu con le protagoniste, sui fronti aperti dello scontro tra oscurantismo e modernità. Viviana Mazza ci conduce alla scoperta di una rivoluzione femminile spesso incompresa e invisibile che miete le sue vittime nel silenzio ma che è cruciale per il futuro di tutti noi. 

||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

||||||||||||||||||||||||||
Eating Middle East
Ore 20.00

FEAST: OLTRE I CONFINI DEL GUSTO
Aperitivo con le ricette tratte dal libro di Anissa Helou “Feast. Food of the Islamic World”
Una festa dove i confini del gusto si spingono verso territori ancor più lontani; il viaggio continua alla scoperta dell’oltre, dell’altro, dal medio al lontano oriente su un mappamondo di bontà!

A cura di Anissa Helou, con il contributo di Silvia Chiarantini e Ristorante La Valle dei Cedri
Degustazione + proiezione del film a seguire: 15 euro
Posti limitati – Prenotazione con prevendita o direttamente alla cassa del Cinema La Compagnia
https://cinemalacompagnia.ticka.it
||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

Ore 20.45

Amra and the Second Marriage di Mahmoud Sabbagh

(Arabia Saudita, 2018, 95’) v.o: arabo, sottotitoli: italiano, inglese
Amra, una casalinga di 44 anni, scopre che il marito in pensione sta progettando di sposare una seconda moglie più giovane. Nel tentivo di comprendere questa nuova realtà, la sua vita comincia ad andare a rotoli mentre è spinta verso un pesante compromesso. Il regista della commedia candidata agli Oscar ‘Barakah Meets Barakah, nel suo nuovo film indaga la tormentata politica sessuale della società saudita, in una black comedy familiare che sfida i limiti culturali con un’ironia che richiama i fratelli Cohen. Anteprima italiana alla presenza del regista

Ore 22.30
Look at Me di Nejib Belkhadhi


(Tunisia, Francia, Qatar, 2018, 96’) v.o: arabo, francese, sottotitoli: inglese, italiano
Lofti, un immigrato quarantenne tunisino, vive nei sobborghi di Marsiglia dividendosi tra il suo negozio e la fidanzata francese Monique. Il passato riaffiora nella sua vita quando il fratello lo chiama dalla Tunisia per dirgli che sua moglie ha avuto un infarto. Si trova così costretto a far rientro a casa per chiedere l’affidamento di Amr, il figlio autistico di nove anni che non vede da tempo. Inizia così un viaggio in cui scoprirà modi inaspettati per comunicare con il figlio, che lo considera un estraneo, comprendendo la vera paternità e facendo i conti con sé stesso.

|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||
Sabato 6 Aprile
Cinema Stensen  – Viale Don Minzoni 25C

Ore 16:00
The Past di Asghar Farhadi (Il Passato)
(Iran, Francia, Italian, 2013, 130’) v.o: francese, persiano, sottotitoli: Italiano

Dopo quattro anni di separazione, Ahmad arriva a Parigi da Teheran, su richiesta di Maria, la moglie francese, per espletare le formalità del loro divorzio. Durante il suo breve soggiorno, Ahmad scopre il rapporto conflittuale che Maria ha con sua figlia, Lucia. Gli sforzi di Ahmad per cercare di migliorare questo rapporto sveleranno i segreti di un passato a lui sconosciuto.
Alla presenza del regista

Ore 18:30

Hendi & Hormonz
di Abbas Amini

(Iran, 2018, 88’) v.o: Persiano, sottotitoli: italiano, inglese
Sull’isola di Hormuz nel Golfo Persico, secondo l’usanza locale, la tredicenne Hendi è sposata con Hormoz che ha sedici anni. Nonostante la giovane coppia non si conosca quasi affatto, i due si godono appieno l’inizio della loro vita matrimoniale, che per loro è più che altro un modo di giocare insieme. Tuttavia, si verificano eventi che oscurano la loro gioia originale e portano a risultati inaspettati.

Ore 20:00
Aperitivo – conversazione con Alberto Zanconato sul suo ultimo libro

“KHOMEINI. IL RIVOLUZIONARIO DI DIO (Castelvecchi Editore 2018).
Alberto Zanconato, corrispondente Ansa per molti anni dall’Iran e poi dal Libano, presenta con questo libro la prima biografia italiana di una figura complessa e carismatica, l’Ayatolla Ruhollah Khomeni, artefice dell’ultima grande rivoluzione del Novecento, capace di muovere ancora oggi sentimenti antitetici. Dialoga con l’autore Alberto Bradanini, già ambasciatore d’Italia in Iran e profondo conoscitore del Paese.

Ore 21:30

Bomb, A Love Story
di Payman Maadi

(Iran, 2018, 97’) v.o: Persiano, sottotitoli: italiano, inglese
E’ il 1988 e, al culmine della guerra Iran-Iraq, Teheran viene bombardata senza sosta. I giorni che passano sono pieni di presagi, eppure l’amore, l’affetto, la speranza e la vita stessa riescono a spazzare via la paura della morte da coloro che ne sono circondati. L’amore può spesso essere difficile da comprendere, ma la morte è un’orribile certezza, nonostante questo in ‘Bomb, A Love Story’, l’amore e la speranza troveranno sempre una via. Tra i protagonisti molti volti noti dei film di Farhadi, tra cui la star del cinema iraniano Leila Hatami.

 

ITA