13 APRIL

Lunedì 13 Aprile
Cinema Odeon

 

Ore 16.30

High Hopes

HIGH HOPES di Guy Davidi
(Palestina, 2014, 14’) vo. arabo, inglese, sottotitoli: italiano, inglese
L’ultimo documentario di Guy Davidi, regista candidato agli Oscar con “Five Broken Cameras”, racconta il trasferimento forzato dei beduini palestinesi nella West Bank tra il 1997 e il 1998, per permettere l’espansione di una delle più grandi colonie israeliane, mentre sono in corso gli accordi di Oslo e ci sono “grandi speranze” per una pace duratura. Realizzato con eccezionali materiali d’archivio, include una potente testimonianza dello scrittore Edward Said, e una colonna sonora firmata Pink Floyd.
The film focuses on the 1997-1998 forced transfer of West Bank Bedouin for the expansion of one of the largest Israeli settlements, Ma’ale Adumim, during the Oslo peace process, using archive material from the BBC and Associated Press, including landmark testimony by the late Edward Said. Soundtrack, donated by Pink Floyd. Anteprima Italiana

a seguire:

Ich Liebe Dich
ICH LIEBE DICH 
di Emine Emel Balci
(Turchia, Germania, 2012, 75’) vo. turco, tedesco, sottotitoli: italiano, inglese
Una legge tedesca prevede che le mogli degli emigrati in Germania imparino il tedesco. Le donne di una delle zone piu’ remote della Turchia, seguono per alcuni mesi un corso di lingua nella scuola del villaggio, per poter raggiungere i mariti. Storia di amore e di attesa, in cui le donne si ritrovano confuse tra turco, tedesco e la loro lingua madre, il curdo.
Ich Liebe Dich tells the story of peasant women from one of the most remote and impoverished parts of Turkey as they attempt to reunite with their migrant worker husbands in Germany. To comply with a new German immigration law, these women must learn German, if they want to join their husbands.


Ore 18.00

peau-de-colle
PEAU DE COLLE di Kaouther Ben Hani
(Tunisia, Francia, 2013, 23’) vo.  arabo, sottotitoli: italiano, inglese
Amira e’ una bambina di 5 anni a cui non piace andare a scuola. Per evitare di andarci escogita un’idea incredibile, che va ben oltre le sue aspettative…
Amira, 5 years old, doesn’t like school. In order to avoid going there she finds an unstoppable idea that goes beyond her expectations…

a seguire:

Almost Friends_Middle East Now

ALMOST FRIENDS di Nitzan Ofir & Barak Heymann
(Israele, 2014, 60’) vo.  arabo, ebraico, sottotitoli: italiano, inglese
Samar ha 12 anni, una madre araba israeliana e un padre palestinese, e vive a Lod, cittadina mista segnata da povertà e criminalità. Linor ne ha 11, vive a Tlamim, un insediamento religioso nella regione di Lachish. Tramite un programma educativo-tecnologico iniziano una corrispondenza via mail, per poi incontrarsi di persona, e iniziare un’esperienza nuova, profonda e indimenticabile.
Two girls, an Arab and an Israeli, meet online. As participants in a program combining education and technology, their relationship starts from online correspondence. Meeting face-to-face adds an exciting, tense and often surprising component to the two girls’ lives.
Anteprima Italiana 


Ore 20.00

PALESTINE POP CUISINE

Pop Palestine Cuisine
Eating Middle East: Viaggio nella cucina tradizionale palestinese
a cura di Silvia Chiarantini e Ristorante Valle dei Cedri

Degustazione + proiezione del film a seguire: 15 euro
Prenotazione con prevendita direttamente alla cassa del cinema Odeon

o su www.boxol.it
info@middleastnow.it

 

Ore 21.00
Cerimonia di chiusura | I Closing Ceremony di Middle East Now 2015
Premiazione “Middle East Now Award” per il miglior film votato dal pubblico
Premiazione cortometraggi “Best Short Film by NYU”, “Best OFF” e “Best ISF”


TRANSIT GAME_Middle East Now
TRANSIT GAME
 di Anna Fahr

(Libano, Canada, USA, 18’, 2014) vo. arabo, francese, sottotitoli: italiano, inglese
Nelle montagne a nord del Libano, un siriano in fuga dalla guerra spera di riunirsi alla sua famiglia. Sulla strada incontra due ragazzini palestinesi, le cui storie di esilio gli offrono uno sguardo sulle incertezze che lo attenderanno.
A tale of friendship and exile in the northern mountains of Lebanon set against the backdrop of the Syrian war.
Anteprima Italiana alla presenza della regista


a seguire:


Memories on Stone_2 Memories on Stone
MEMORIES ON STONE
 di Shawkat Amin Korki
(Iraq, Germania, Qatar, 2014, 97’) vo. curdo, arabo, persiano, sottotitoli: italiano, inglese
Dopo la caduta di Saddam, due amici d‘infanzia Hussein e Alan decidono di produrre un film sull’Anfal, il genocidio subito dal popolo curdo per mano di Saddam Hussein. La ricerca dell’attrice protagonista si rivela però un’impresa difficilissima, fino all’incontro con Sinur, giovane donna, bella e determinata a recitare nel film. Ma la ragazza ha bisogno del permesso dei suoi familiari, e i problemi non finiscono qui… Assaggio struggente, velato di un sottile humour, della società curda contemporanea, per un film vincitore di tanti festival internazionali.
After the fall of the regime in Iraq, childhood friends Hussein and Alan decide to produce a film about the Al Anfal Kurdish genocide. But making a film in postwar Kurdistan is a nightmarish experience, the most difficult task being to find a lead actress. Through the trials and tribulations of his protagonists, which he treats with a subtle humour, the director gives us a poignant glimpse of contemporary Kurdish society.
Anteprima Italiana, alla presenza del regista.

 

 

 

 

ENG