Il Medio Oriente a fumetti

Staff volontari del festival: vuoi diventare uno dei nostri?
29 Febbraio 2020
Middle East Now posticipa le date del festival 2020
8 Marzo 2020

Un nuovo progetto dedicato al fumetto e alla graphic novel, per osservare il Medio Oriente da un punto di vista diverso: storie a colori o in bianco e nero si inoltrano nella complessità di questa regione, per cercare di spiegarla a giovani e meno giovani.
Accanto A Satrapi e Zerocalcare, è fitta la schiera di disegnatori e sceneggiatori che danno voce e corpo alla Storia con la “S” maiuscola e alle storie di chi, come noi, è bagnato dallo stesso mare.

Un progetto a cura di Anna Di Giusto, ricercatrice ed esperta di fumetti.

Tanti i titoli selezionati – da “Kobane Calling” di Zerocalcare a “La primavera araba” di Filiu Jean-Pierre, e ancora “Il mio migliore nemico. Storia delle relazioni tra Stati Uniti e Medio Oriente. Prima parte 1783-1953” sempre di Jean-Pierre Filiu assieme a David B., “La sposa yemenita” di Laura Silvia Battaglia e Paola Cannatella e tanti altri ancora.

Tra questi un focus si indirizzerà a su “Se chiudo gli occhi… La guerra in Siria nella voce dei bambini” (2018) di Francesca Mannocchi e Diala Brisly, a “La rivoluzione dei gelsomini” (2019) di Takoua Ben Mohamed, e “Mediterraneo” di Sergio Nazzaro e Luca Ferrara. Gli autori di queste opere saranno al festival, per uno speciale workshop sul processo creativo che eleva l’arte del fumetto a discorso sui diritti dell’umanità.

Workshop: Sabato 4 aprile – ore 10.30 / 13.00 – Cinema la Compagnia 
Iscrizione obbligatoria e gratuita:
info@middleastnow.it


 

Comments are closed.

ITA