12 APRILE 2018

Giovedì 12 Aprile
Cinema La Compagnia – Via Cavour, 50r

Ore 10.00 – 12.30
MIDDLE EAST NOW MATINÉE: mattinata di proiezioni dedicate agli studenti delle scuole medie e superiori.

Ore 17:00

FOCUS KUWAIT
Selezione di cortometraggi di giovani registi dal Kuwait a cura di Laura Aimone, che introdurrà il focus e seguirà il Q&A con i registi presenti in sala
(durata tot. 63 min)


The Best Life
di Meqdad Al-Kout
(Kuwait, 2016, 6’) v.o: arabo, sottotitoli: inglese, italiano
Durante la giornata un uomo è incollato allo smartphone per seguire la sua guru del mondo virtuale e al contempo cerca di sopportare la sua routine quotidiana. “The Best Life” offre uno spaccato divertente sull’ossessione contemporanea dell’essere connessi.
Over the course of a day, a man is glued to his smartphone, following his favorite social-media celebrity guru as he tries to cope with his mundane routine. “The Best Life” is an amusing take on the contemporary obsession for online living.

Anteprima Europea, alla presenza del regista

Men’s Barbershop di Mishal Al Hulail
(Kuwait, 2012, 14’) v.o: arabo, sottotitoli: inglese, italiano
Alcune cose possono sembrare insormontabili… come cambiare il proprio barbiere.
Some things are seemingly insurmountable… like changing who cuts your hair.
Anteprima Europea

Our Neighbor Bu Hamad di Meshal Alhulail
(Kuwait, 2017, 33’) v.o: arabo, sottotitoli: inglese, italiano
Khaled ha una ventina d’anni ed è solitamente una persona riservata. Ma quando inizia a sentire degli strani rumori provenire dalla casa del suo vicino, Bu Hamad, la sua curiosità viene stuzzicata. Presto, però, inizia a rimpiangere la sua decisione di scoprirne la causa.
Khaled is a twenty-something man who usually minds his own business. But when strange noises
begin emanating from his neighbor, Bu Hamad’s house, his curiosity is piqued. But soon, he starts
to regret his decision to discover the cause.

Anteprima Europea

Sandarah di Yousef Al Bagshi
(Kuwait, 2014, 7’) no dialoghi
Un giovane fotografo è costretto ad unirsi all’esercito del suo paese, mentre invade un altro stato. È costretto a prendere una decisione repentina che potrebbe condizionare pesantemente la sua vita.
A young photographer is forced to join his country’s army as it invades another state. He is forced to take a quick decision that could have a major impact on his life.

Anteprima italiana


The Unmissing Part
di Ahmed Alkhudari
(Kuwait, 2016, 3’) no dialoghi
Un giovane rifiuta il gesto empatico di un commesso di vendergli una scarpa sola, anche se gli sarebbe sufficiente per condurre una vita normale.
A young man refuses the salesperson empathy to sell him a single shoe even though it’s enough for him to lead a normal life.

Anteprima italiana


Ore 18:15

Palestinians. Us first di Moran Ifergan
(Israele, 2017, 70’) v.o: arabo, sottotitoli: inglese, italiano
Uno sguardo intimo e raro sulla vita della nuova generazione palestinese che vive in Israele. La regista segue tre giovani – Firas Khoury, Khader Abu-Seif e Bissan Tibi, della terza generazione dalla Naqba – che accettano di farla entrare nelle loro vite con la macchina da presa, parlando direttamente, senza filtri, della loro complessa identità all’interno della società israeliana in cui vivono, sotto occupazione. Tre voci di  giovani palestinesi che non hanno paura di alzare la testa ed esprimere il loro punto di vista, su ipocrisie, razzismo, violenze, fallimenti, come in uno scomodo specchio.
A rare and personal chance to glance into the world of the new Palestinian generation living inside Israel. The film follows three young Palestinians, all three are third generation of the Naqba, and agreed to let the director into their homes with her camera. They speak directly, without boundaries, about their complex identity inside the divided Jewish society in Israel, which they are forced to be a part of, under occupation.
Anteprima europea alla presenza della regista, introduce Marcella Simoni (docente Università di Venezia)


Ore 18.00

Inaugurazione della mostra fotografica (vedi Eventi Speciali per maggiori informazioni)

THE PEOPLE’S SALON di Tamara Abdul Hadi – alla presenza della fotografa
FSM Gallery (Via San Zanobi, 19r) – ingresso libero
Ore 18:30 / Talk con l’artista 

|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

IL PUNTO DELLE 19:30
Cinema La Compagnia, 19.30 – 20.30 – ingresso gratuito

#FOOD #SYRIA: Presentazione del libro “OUR SYRIA. RECIPES FROM HOME”
con le autrici Dina Mousawi e Itab Azzam
Una raccolta di ricette della cucina siriana tradizionale, dal kibbeh al kebab di amarena, ma non solo un libro di cucina. Piuttosto una ricerca di storie e tradizioni, un generoso ed intimo racconto di resilienza, di donne che ripartono dalla cucina per dimenticare la paura, per ricominciare altrove, per lottare con pentole e padelle contro la distruzione della loro case e della loro cultura.
Conversazione con Silvia Chiarantini (esperta di cucina mediorientale, autrice del libro “Pop Palestine”)
|||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||||

 

# EATING MIDDLE EAST – Aperitivo

Ore 20.00
INSTAFOOD: quello che piace alla rete!

Dalla rete al piatto: un viaggio gastronomico attraverso i piatti che popolano i social networks, instagram, facebook, google. Una selezione delle ricette del Medio oriente più ricercate in rete, dei piatti più fotografati, di quelli più amati dai follower.
A cura del Ristorante La Valle dei Cedri
Degustazione + proiezione del film a seguire: 15 euro
Prenotazione con prevendita direttamente alla cassa del Cinema La Compagnia
Per informazioni: info@middleastnow.it


Ore 20.45
Kurdistan TV SPOT di Mohammed Sina
Selezione di 6 spot pubblicitari girati per la TV in Kurdistan a tema culinary e con un pizzico di ironia!
Traditional Tea House, Azad Rice, Altunsa Milk, Cihan Tea, Cihan Rice, Cihan Rice – Backstage
(durata tot 7’)

– a seguire


Soufra
di Thomas A. Morgan
(USA, Libano, 2017, 73’) v.o: arabo, sottotitoli: inglese, italiano
Soufra racconta l’avventura avvincente di un’imprenditrice sociale, Mariam Shaar, rifugiata palestinese che ha trascorso tutta la sua vita nel campo profughi di Burl El Barajneh in Libano. Nonostante il suo status di rifugiata, per questo esclusa dai lavori migliori a Beirut, Mariam assieme a un gruppo di donne gestisce con successo la società di catering Soufra (“tavolo pieno di delizie” in arabo), e lotta per espandere le attività al di fuori del campo grazie all’acquisto di un food truck. Una storia emozionante di empowerment, che ha come produttore esecutivo Susan Sarandon, su un gruppo di donne che sanano le ferite della guerra attraverso il potere unificante del cibo.
Soufra follows the story of intrepid social entrepreneur, Mariam Shaar – a refugee who has spent her entire life in the Burl El Barajneh refugee camp in Lebanon. The film follows Mariam and a team of refugee women who set out to change their fate by launching a catering company, “Soufra”. Together, they heal the wounds of war through the unifying power of food while taking their future into their own hands.
Anteprima Italiana alla presenza del regista, introduce Silvia Chiarantini esperta di cucina Middle East

Ore 22:15


Life Sometimes
di Cem Hakverdi
(Turchia, 2017, 85’) v.o: turco , sottotitoli: inglese, italiano
La vita in città è dura. Gli abitanti delle città di tutto il mondo sognano di fuggire in campagna. Merve e Haluk sono di Istanbul e fanno molto di più che sognare. Li seguiamo lungo due anni della loro vita, mentre affrontano le mille sorprese della transizione dalla città alla vita in campagna, da una dimensione caotica della vita al mondo ideale che stanno costruendo per sé stessi.
City life is tough. City dwellers all around the world dream of escaping to the country. Istanbul’s Merve and Haluk do more than just dream. We follow them for two years as they experience many surprises as they transition from city to country life.

Anteprima Italiana alla presenza del regista.

 

ITA